logo

Legge regionale toscana scarico acque meteoriche limite quantitativo


20 ( Norme per la tutela delle acque dall’ inquinamento) ed in particolare l' articolo 13; Vista la legge regionale 3 marzo, n. 56 “ Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e 13 della citata legge che prevede che la Giunta regionale emani un regolamento finalizzato a definire le modalità di applicazione della legge regionale stessa, ed in particolare in materia di: acque reflue domestiche ed assimilate, trattamenti appropriati delle acque reflue urbane, gestione delle acque meteoriche. A cura di Mauro Kusturin. Gennaio è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale 3a Serie Speciale Regioni n. 113, ma ne fornisce una nozione indiretta e in negativo, con l’ art.

ARTICOLO 1 ( Oggetto) 1. 6/ 96 di attuazione della L. Tenuto conto che in conseguenza risulta abrogata anche la normativa regionale disciplinante la materia degli scarichi ed in particolare la Legge Regionale 21 dicembre n° 64 “ Norme sullo scarico di acque reflue e ulteriori modifiche alla L. 26 IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE emana il seguente regolamento. 1 dicembre 1998 n° 88” ed il Regolamento Regionale di attuazione approvato con Decreto del. LR 26/ 1997 – Norme di indirizzo per l’ organizzazione del servizio idrico integrato in attuazione degli articoli 11 e 12 della Legge 5 gennaio 1994, n. La Regione Lombardia ha disciplinato la dispersione delle acque meteoriche con il Regolamento 24 marzo, n° 4, nel quale è prevista l' autorizzazione allo scarico per le acque meteoriche di " prima pioggia". Con l’ istituzione dell’ Agenzia Regionale per la Protezione dell’ Ambiente ( ARPA) gli uffici comunali si sono trovati privati dei pareri forniti dalle aziende ULSS sugli aspetti. Regione Toscana - Regolamento di attuazione della legge regionale 31 maggio, n.

22 ( Riordino delle funzioni provinciali e attuazione della legge 7 aprile, n. La stessa Deliberazione Regionale prevede che " il trattamento delle acque di prima pioggia deve attuarsi per eventi meteorici che si succedono a distanza, l' uno dall' altro, non inferiore a 48 ore". Gli scarichi provenienti da impianti di trattamento delle acque reflue urbane di cui all’ articolo 31, comma 3, se già esistenti ( 1) alla data di entrata in vigore del presente decreto devono conformarsi, secondo le cadenze temporali indicate al medesimo articolo.

G ( acque reflue domestiche) e h ( « acque reflue industriali» : « qualsiasi tipo di acque reflue scaricate da edifici od impianti in cui si svolgono attività. 20 - Norme per la tutela delle acque dall’ inquinamento. Visto, tra gli altri, l’ art. 2 - Efficacia del Piano 1. I controlli sulle acque investono il complesso delle " risorse idriche", costituite da un insieme di ecosistemi ( fiumi, mari, laghi, acquiferi sotterranei) e di matrici ambientali ( acque dolci, acque marine, acque sotterranee, acque di scarico. Con questo contributo, torno nuovamente acque meteoriche di sull’ argomento dilavamento, materia oggi, regolamentata dall’ art.

Le acque reflue urbane devono essere sottoposte, prima dello scarico, ad un trattamento secondario o ad un trattamento equivalente in conformità con le indicazioni dell’ allegato 5 alla parte terza del presente decreto. Legge regionale toscana scarico acque meteoriche limite quantitativo. Della Lombardia 27 maggio 1985 n. 20 " Norme per la tutela delle acque dall' inquinamento" Legge regionale 31/ 05/ n. REGIONE TOSCANA LEGGE REGIONALE 21 dicembre, n. Infine, la gestione delle acque meteoriche di dilavamento deve essere affrontata mediante un approccio integrato che tenga conto dell’ impatto complessivo prodotto dagli scarichi del sistema.

In questo Regolamento, le acque di prima pioggia sono quelle corrispondenti, per ogni evento meteorico che segua il. Troviamo informazioni nei seguenti articoli: Art. Deliberazione della Giunta Regionale 25 luglio, n.
Gli scarichi previsti al comma 3 devono rispettare, altresì, i valori- limite di emissione fissati. 286 “ Direttiva concernente indirizzi per la gestione delle acque di prima pioggia e di lavaggio da aree esterne” DELIBERAZIONE GIUNTA REGIONALE 18 DICEMBRE N. 80 - Acque superficiali destinate alla produzione di acqua potabile. Legge regionale 26 luglio, n. La presente legge, in attuazione del decreto legislativo 11. 3 Disposizioni per la tutela delle acque dall’ inquina- mento.


13 del regolamento regionale 24 marzo, n. 62, relativa alla " normativa sugli insediamenti civili delle pubbliche fognature e tutela delle acque sotterranee dell' inquinamento", dove per la prima volta spicca la. Limiti allo scarico e modalità di campionamento. 4) In sede di autorizzazione allo scarico dell' impianto per il trattamento di acque reflue urbane, da parte dell' autorità competente andrà fissato il limite più opportuno in relazione alla situazione ambientale e igienico sanitaria del corpo idrico recettore e agli usi esistenti. 170 e punto i, comma 1, art.

La Legge Regionale 33/ 85 delega ai Comuni la competenza al rilascio delle autorizzazioni allo scarico delle acque reflue domestiche. Piano di gestione delle Acque Meteoriche Dilavanti Ditta Pisani Lauro- Trasporti ed Escavazioni Legge regionale Toscana 31. Questa disposizione delega alle Regioni la disciplina relativa a tale tipologia di scarichi,. La prima legge che affronta l' argomento in modo diretto è la L. Le acque meteoriche di dilavamento e le acque reflue in- dustriali anche quando siano venute a contatto con ma- teriali o sostanze anche inquinanti connesse con l’ attività esercitata sulle superfici impermeabilizzate. Questo trova spiegazione nel fatto che dal momento in cui l' acqua della prima precipitazione dilava il piazzale, è necessario un certo tempo per.

Delle disposizioni di legge abrogate ( vedi comma 11, art. 36 LR 20/ – Norme per la tutela delle acque dall’ inquinamento Piano di tutela delle acque della Toscana Piano regionale di azione ambientale ( PRAA. 46/ R ( Regolamento di attuazione della legge regionale 31 maggio, n. 36/ 94, ora abrogata, e questo potrebbe comportare una necessità di uaggiornamento della Legge Regionale n. Scarico una notevole percentuale degli inquinanti veicolati dalle acque meteoriche ( protezione ambientale). 1 Acque reflue urbane. Toscana, modificata la legge sulla tutela delle acque dall' inquinamento. 10 recante: " Indicazioni per l' applicazione dell' art. La struttura regionale competente, nell' ambito delle competenze di cui all' articolo 4, comma 1 della legge regionale, stabilisce le modalità di adeguamento degli impianti di depurazione di acque reflue urbane od industriali esistenti per il riutilizzo delle acque reflue nel rispetto del decreto ministeriale di cui all’ articolo 99 del decreto legislativo. 3 recante " Disposizioni per la tutela delle acque dall’ inquinamento.

Norme in materia ambientale. News / Dalle Regioni / Toscana. 20 “ Norme per la tutela delle acque dall’ inquinamento” ). Norme per la tutela delle acque dall’ inquinamento. 56 “ Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni”. - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N.

3 Modifiche al regolamento emanato con decreto del Presidente della Giunta regionale 8 settembre, n. Questo Decreto Legislativo introduce modifiche sostanziali a quanto già disposto dalla Legge n. Deliberazione della Giunta Regionale 1 febbraio, n. Scarichi in corpi d’ acqua superficiali. B) la situazione prevista o in atto relativamente alla raccolta e allo smaltimento delle acque me- teoriche di dilavamento e delle acque di lavaggio, i rapporti tra le reti di raccolta, convo- gliamento e scarico delle acque meteoriche e di quelle reflue e ogni elemento sugli interven- ti definiti per realizzare o regolarizzare la rete di raccolta.

Portale della regione Toscana. La legge statale non dà una definizione di acque meteoriche di dilavamento e di prima pioggia, ex art. 46/ R Regolamento di attuazione della legge regionale 31 maggio, n.

20/ in attuazione della. 4 Disciplina dello smaltimento delle acque di prima pioggia e di lavaggio delle aree esterne, in attuazione dell’ articolo 52, comma 1, lettera a) della legge regionale 12 dicembre, n. 88 Bollettino Ufficiale della Regione Toscana - n. Legge regionale toscana scarico acque meteoriche limite quantitativo.

Decreto del Presidente della Giunta Regionale Toscana 11 gennaio, n. DELIBERAZIONE GIUNTA REGIONALE 14 FEBBRAIO N. Regolamento regionale 24 marzo - n.

Legge Regionale n. 11 * * * Con il regolamento regionale 4/ 1 la Regione Lombardia ha disciplinato la separazione, il trattamento, e lo scarico delle acque di prima e seconda pioggia provenienti da attività produttive,. Anche il Consiglio di Stato con la Sentenza n. Direttiva concernente le modalità di effettuazione del controllo degli scarichi degli impianti di trattamento delle acque reflue urbane.

Vista la legge regionale 31 maggio, n. La Legge Regione Toscana - Tutela delle acque dall' inquinamento La Legge Regionale Toscana n. Le acque meteoriche di dilavamento sono distinte tra acque di prima pioggia e acque di seconda pioggia, la definizione relativa alle acque di prima pioggia varia anch’ essa da Regione a Regione, dalle quali se ne estrapolano alcune: Regione Toscana: Legge Regionale 10 ottobre, n.

64 Norme sullo scarico di acque reflue e ulteriori modifiche alla legge regionale 1 dicembre 1998, n. 22 ( Riordino delle funzioni provinciali e attuazione della Sito esternolegge 7 aprile, n. 4 - Disciplina dello smaltimento delle acque di prima pioggia e di lavaggio delle aree esterne, in attuazione dell' art. Legge di riferimento nazionali L’ unico decreto legge che riporta qualche notizia sulle acque meteoriche è il Decreto Legislativo del 3 Aprile, n.

La Regione Toscana, con la Legge Regionale 26 gennaio, n. ) ben diversificati tra loro, per i quali la presenza dell' acqua rappresenta il denominatore comune. 20 " Norme per la tutela delle acque dall' inquinamento". Ma tornando alla domanda del titolo possiamo a questo punto rispondere che l' obbligo di autorizzazione riguardante lo scarico di un collettore fognario per acque meteoriche di dilavamento sarà presumibilmente introdotto dalla disciplina emanata dalle regioni. 7618/ ha stabilito che le “ acque meteoriche di dila-. 20 ( Norme per la tutela delle acque dall' inquinamento) ; Vista la legge regionale 3 marzo, n. Si consiglia un limite non superiore ai 5000. 2 - Definizioni lett. Circolare Regionale del 4 agosto n. Limiti di emissione degli scarichi idrici.

20 ( Gazzetta regionale 07. Toscana 8 settembre n. 32 LEGGE REGIONALE 26 gennaio, n. Legge regionale toscana scarico acque meteoriche limite quantitativo. 1860 “ Linee guida di indirizzo per gestione acque meteoriche di dilavamento e acque di prima pioggia in attuazione della. 152 aggiornato al terzo correttivo d.

Il Piano costituisce lo specifico piano di settore in materia di tutela e gestione delle acque, ai sensi dell’ articolo 121 del D. L' acqua è pubblica, cioè di tutti, ma se, tramite una concessione, ne riserviamo un quantitativo per esigenze personali o aziendali, si preclude agli altri la possibilità di. Acque meteoriche e disciplina regionale. 17 del 7 giugno ).

52, comma 1, lettera a) della legge regionale 12 dicembre, n. E' comunque vietato lo scarico di acque meteoriche nelle acque sotterranee. Modifi che alla l.
Direttiva 91/ 271/ CEE relativa al trattamento delle acque reflue urbane. 2 Le modifi che sono stampate con caratteri corsivi e con le note ne sono specifi cate le fonti.



Phone:(456) 175-1326 x 5922

Email: [email protected]